Viaggio in Altopiano Estremo: traversata dei vulcani e Salares (Bolivia-Cile)

Hard

Un percorso che regalerà emozioni intense e indimenticabili. Inizierà a La Paz, città originalissima per la sua forma a cratere, le strade mercato e le altissime montagne che la sovrastano. In una sola giornata con la “discesa della morte” spazieremo da montagne d’alta quota alla vegetazione tropicale delle Yungas. Ammireremo il fascino dei paesaggi aridi dell’altipiano con terre di mille tonalità e greggi di camelidi in spazi immensi incorniciati da maestosi vulcani.

Giornate di eccezionale bellezza tra lagune colorate, popolate da fenicotteri rosa,sorgenti di acque termali e il surreale Salar de Uyuni (3650 m), la pianura salata più grande e in alto del mondo. Conosceremo gente di isolati villaggi costruiti interamente con mattoni di fango, il silenzio, la luce e la fatica. Vivremo tutto questo con“il ritmo dell’altipiano” procedendo con calma, in sintonia con il nostro corpo e il respiro. Un percorso che ha tutti i requisiti per meravigliarvi ed essere ricordato come una conquista.

Novità: Questo anno offriamo la salita a 3 vulcani!

Questo viaggio vedrà la partecipazione della prestigiosa guida di montagna Heber Orona (primo argentino a scalare il monte Everest senza ossigeno e le 7 più alte cime del mondo). www.heberorona.com

24 Nov 2018
Photos of the last travel in Viaggio in Altopiano Estremo: traversata dei vulcani e Salares (Bolivia-Cile)

1° giorno – La Paz (3500 m)
Incontro in Hotel. Montaggio e prova bicicletta.
Cena di incontro.
Pernottamento: Hotel.

2° giorno – Yolosa ( 1230 mslm) Un transfer ci porterà nella località la Cumbre (4700 m)
Scaricheremo le biciclette e inizieremo la famosa “Ruta de la Muerte”: una discesa per la maggior parte sterrata che dai 4700 mslm arriva a 1200 mslm in soli 64 km. Da quando è stata rimpiazzata da una strada alternativa che raccoglie tutto il traffico delle Yungas è decisamente meno pericolosa. Il percorso non è tecnico, ma comunque lungo, si tratta di una strada con un fondo abbastanza compatto però con la costante presenza di strapiombi mozzafiato dove vige la regola della guida a sinistra per chi scende, di conseguenza in prossimità del precipizio. Un percorso accattivante che si snoda tra montagne rocciose e montagne con vegetazioni pre-amazoniche dove il cambio clima è forte e si può passare nello stesso giorno dal freddo intenso, a banchi di nebbia o pioggerella e gran caldo.
Rientro in mezzo a La Paz
Cena libera
Pedalata: 65km
Pernottamento: Hotel

3° giorno – Sajama (4200 mslm)
Trasferimento di 4 ore circa. Passeremo per la caotica zona nord della città, El Alto e ci dirigeremo verso l’altopiano e il Parco Nazionale Sajama. Ammireremo l’imponente vulcano Sajama che con i suoi 6542 m rappresenta la vetta più elevata del paese. L’attrazione di questo luogo sono i boschi di quenua che crescono sulle pendici del vulcano fino ai 5000 m, i geiser e le lagune di acque termali.
Pedalata: per acclimatarci decideremo se pedalare un pò di km nella zona o fare una camminata lenta.
Pernottamento: albergo semplice

4° giorno – Julo (3860)
Inizieremo la tappa con la vista dei vulcani gemelli Pomerape e Parinacota e altri minori come l’ Umurata e Gualatiri. Questi ultimi delimitano la frontiera cilena, linea che seguiremo dirigendoci a sud. Passeremo per piccoli paesi su tracciati ondulati e fondo a tratti sabbioso. Avremo anche modo di ammirare le “Chulpas”: antiche torri funerarie della antica cultura aymara.
Pedalata: 105 km
Dislivello: + 600 / – 900
Pernottamento: rifugio.

5° giorno – Sabaya (3630)
Tappa meno impegnativa con qualche attraversamento di piccoli ruscelli e brevi tratti di sabbia. Passeremo per piccoli abitati isolati dell’altipiano che ci mostreranno l’umiltà di chi li abita.
Pedalata: 80 km
Dislivello + 300 / – 500
Pernottamento: albergo semplice

6° giorno –  San Martin (3715 mslm)
Una tappa decisamente speciale perché avremo l’opportunità di conoscere gli abitanti di Chipayas ,i discendenti del popolo più antico dell’altipiano (circa 2500 anni AC).Hanno conservato gran parte della cultura ancestrale, vivono in strutture curiose chiamate Putucus,vestono abiti tipici e parlano una lingua antica. Li incontreremo nelle vicinanze del Salar de Coipasa e capiremo quanto questa gente è forte per poter vivere in condizioni durissime come quelle dell’altipiano.
Pedalata: 115 km
Dislivello: +400 / -300
Pernottamento: rifugio

7° giorno – Tahua (3765 mslm)
Passeremo attraverso piccoli villaggi, la salina di Garci Mendoza e l’omonimo paese. Costeggeremo il vulcano Tunupa per raggiungere Coquesa, dove ammireremo la spettacolare vista del Salar de Uyuni.
Pedalata: 95 km
Dislivello: +420 / – 320
Pernottamento: Albergo di sale.  (Hotel esclusivo e speciale)

8° giorno – Trekking  al vulcano Tunupa- Chuvica (3665mslm)
Dopo un transferimento in 4×4, inizieremo un trekking per raggiungere una delle cime del vulcano Tunuca (5320m), con un spettacolare panorama. Nel primo pomeriggio faremo la traversata del Salar de Uyuni, facendo una sosta (km45) sull’isola Inca Huasi. Finiremo la tappa nella periferia del Salar.Trekking: circa 3 ore e 400mt di dislivello.
Pedalata: 80 km
Dislivello: + 30 / -30
Pernottamento: Hotel de Sal

9° giorno– San Juan (3700mslm)
Pedaleremo il una valle pienadi piccoli paesini. Giornata tranquilla di recupero forze.
Pedalata: 50 km
Dislivello: + 500 / -450
Pernottamento: Hotel.

10° giorno– Ollague (3720mslm)
Attraverseremo una valle prevalentemente agricola, dove si coltiva quinoa e si trovano piccoli allevamenti. Al km 60 inizierà il Salar de Chiguana, Poco prima il paese di Ollague, dovremo passare la dogana boliviana ed entrare in Cile
Pedalata: 70 km
Dislivello: + 150 / -50
Pernottamento: Hotel.

11° giorno – Salita al volcan Ollague (5.888mslm) – Ollague (3720)
Dopo una pedalata o transfer in 4×4, faremo un trekking per arrivare al cratere da dove esce fumo e si apprezza un paesaggio mozzafiato.
Trekking: 5 km + 600
Pernottamento: Hotel.

12° giorno – Laguna Hedionda (4150)
Ritorneremo a Bolivia e andremo, verso le lagune Chañapa e Hedionda, dove risiedono tantissimi fenicotteri.
Pedalata: 65 km
Dislivello: + 600 / -300
Pernottamento: Hotel (Hotel esclusivo e speciale)

13° giorno – Laguna Colorada (4360mslm)
Attraverseremo il “Deserto di Siloli”, caratteristico per le sue conformazioni rocciose create dal vento, l’albero di pietra è tra queste la più significativa. Verso fine tappa all’interno della Riserva Naturale Eduardo Abaroa raggiungeremo la splendida “laguna Colorada” animata da migliaia di fenicotteri rosa e colorata di rosso intenso per la presenza di alghe.
Pedalata: 82 km
Dislivello: + 800 / – 650
Pernottamento: rifugio/ hotel

14° giorno- Terme di Polques (4400mslm)
Al 37° km saremo a quota 4910m, vicino ad una zona di geiser e crateri di acqua bollente chiamata “Sol de Mañana”. Un luogo estremamente suggestivo alle prime luci dell’alba per l’effetto della luce del sole e il fumo che sale dalle pozze. Ci abbasseremo poi a 4400m per arrivare a le terme di Polques
Pedalata: 57 km
Dislivello: + 715 / – 600
Pernottamento: rifugio/ hotel

15 giorno- Salita al Vulcano Licancabur (5979mslm)

Dopo un transferimento, Inizieremo a camminare, prima del alba, fino a raggiungere il cono vulcanico con su piccola laguna e un panorama bellissimo, con la laguna verde e bianca.  Circa 7 ore di trekking e  +1100 metri di dislivello. Tornero a nostro rifugio di Polque, per godere ancora delle terme al aperto con un panorama mozzafiato.
Pernottamento: rifugio/ hotel

16° giorno – San Pedro de Atacama (2400msnm)
Pedaleremmo verso la frontiera con il Cile (km 8) con belle viste del vulcano Juriques raggiungeremo la dogana Boliviana ed entreremo in terra Cilena. Una manciata di km di sterrato per raggiungere l’asfalto e la lunga e veloce discesa (40 km) ci lancerà verso S.Pedro de Atacama, arrivando verso mezzogiuorno. Cena di saluto.
Pedalata: 64 km (50km asfalto)
Dislivello: + 300 / – 2400
Pernottamento: hotel

17° giorno – colazione e saluti.

La Paz, yungas, Parque Nacional Sajama, Volcan Sajama y volcanes de los alrededores (Pomerape, Parinacota,Umurata, Gualatiri), inumerablee pueblitos del altiplano, Salar de Coipasa, aldea Chipaya, Garci Mendoza, Volcan Tunupa, Salar de Uyuni, Isla de Inca Huasi, Villa Martin, San Juan, Salar de Chiguana, Volcan Ollague, volcan Tomasami, Laguna Cañarapa, Laguna Hedionda, Desierto de Silioli, Laguna Colorada, Reserva Nacional de Fauna Andina Eduardo Abaroa, Laguna Verde, Laguna Blanca, Volcan Licancabur, Volcan Juriques, San Pedro de Atacama (Chile).

950 km di pedalata, il 98% su terra.Il percorso si sviluppa completamente in altura tra i 3.600 e i 4.900 mslm.

Questo è un viaggio in cui i partecipanti possono usufruire del servizio e scegliere di pedalare lungo l’intero percorso, fare il trekking in alta montagna o anche utilizzare i veicoli di supporto e riposare quando ne hanno bisogno.

Potrà oscillare tra i -5°C e i 25°C.

Mountain bike con Pneumatici di larga sezione, 2,4 pollici con TPI importante
In questo viaggio per imballare le bici potranno essere usati cartoni o borse morbide completamente piegabili in modo che creino il minimo ingombro poichè dovranno essere trasportate dal mezzo per tutto il viaggio.

Ogni due/tre ore si faranno delle soste per rifornirsi di energia, una lunga pausa per il pranzo.Le cene negli alloggi o preparate dall’equipe.

per questioni di praticità sarà opportuno avere lo stretto necessario in un unico bagaglio e di misure ragionevoli.

passaporto con validità di almeno sei mesi al momento dell'ingresso. Non è necessario alcun visto per soggiorno.La moneta è il Boliviano.

Nessuna vaccinazione obbligatoria, per informazioni relative alle vaccinazioni consigliate vi preghiamo di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it Noi consigliamo, in ogni caso, di essere coperti da antitetanica.
Poiché si tratta di un viaggio in alta quota, richiediamo obbligatoriamente un certificato medico di idoneità fisica alla quota (un controllo cardiologico in modo da escludere patologie o problematiche che potrebbero essere incompatibili con la quota)

  • La presenza di Mariano Lorefice e di un assistente
  • I pernottamenti in hotel / alloggi come da programma
  • Tutti i trasferimenti come da programma
  • Tutto il cibo e i rifornimenti durante la giornata
  • Veicolo d'appoggio
  • Assistenza meccanica

  • Mance e extra
  • Bicicletta mountain bike robusta. Revisionata accuratamente prima del viaggio
  • Kit manutenzione (2 camere ad aria - pompa)
  • Casco (obbligatorio)
  • 2 Borracce e/o camelbag
  • Zainetto o borsetta da bici obbligatorio. (per materiali pronto uso: giubbino... macchina foto... ecc...)
  • Scarpe per pedalare
  • Occhiali alta protezione
  • Filtro solare e labiale
  • Salviettine umide (per i giorni in campeggio libero)
  • Medicine personali
  • Sacco lenzuolo
  • Sacco a pelo comfort
  • Tenda da campeggio

  • Pantaloncini da bici corti e lunghi
  • Manicotti e gambali
  • Maglietta sintetica, manica lunga e corta
  • Giubbino antivento con e senza maniche
  • Pile o maglione
  • Piumino
  • Calze sintetiche e di lana
  • Berretta, guanti e paracollo
  • Giacca / pantaloni impermeabili per la pioggia e antivento
  • Copri scarpe
  • Abbigliamento sportivo per tempo libero
  • Cappellino / bandana