Attraversata integrale della Tierra del Fuego (Punta Arenas-Ushuaia)

Medium

Il viaggio inizierà a Punta Arenas con la navigazione dello stretto di Magellano (2h e 30 m)e lo sbarco nella caratteristica cittadella di Porvenir. Si Pedalerà bordando lo stretto di Magellano, la Baia Inutil con splendide viste sul mare da un lato e dall’altro quelle di antiche estancias e innumerevoli capi di bestiame. Il percorso è ondulato e in terra battuta e la pedalata è spesso aiutata dal vento a favore. Passeremo in prossimità di una “pinguinera” e per chi vorrà ci sarà la possibilità di visitarla. E’ un luogo speciale, sia perché si può ammirare il pinguino Rey, a distanza ravvicinata, sia perchè l’ambiente conserva ancora la sua integrità nel rispetto totale dell’animale.

Sempre per ondulazioni si giungerà all’abitato di Cameron e da qui si devierà verso l’interno dell’isola; enormi spazi, guanacos allo stato brado, boschi di Lengas e lontane estancias ci daranno un’idea della vera terra patagonica. Lasceremo la terra Cilena per entrare in Argentina guadando il Rio Bellavista e l’omonima frontiera. Dal cuore dell’isola ci dirigeremo verso la città di Rio Grande e poi verso il lago Fagnano dove avremo modo di ammirare la sua bellezza accampando sulle sue sponde. La meta è ormai vicina, manca il famoso passo Garibaldi, conosciuto non tanto per la difficoltà, infatti misura solo 500 mslm, ma per i cambi repentini di clima e per essere la porta di accesso alla “fine del mondo”, alla città più a sud del mondo; Ushuaia. La città è distesa su una bella baia e oltre ad essere turistica e quindi rifornita di negozi, offre la possibilità di interessanti escursioni in barca ad isole con molte specie di animali marini, escursioni nel parco nazionale Terra del Fuoco e vari musei.

23 Feb 2017
Photos of the last travel in Attraversata integrale della Tierra del Fuego (Punta Arenas-Ushuaia)

1° giorno – Punta Arenas
Incontro in Hotel nel pomeriggio.
Montaggio bici e cena di presentazione
Pernottamento: Hotel/Ostello

2° giorno – Bahia Inutil
Dopo la navigazione dello stretto di Magellano (2h e 30 m circa) che ci porterà a Porvenir nella Terra del Fuoco,inizieremo a pedalare il meraviglioso percorso che borda l’oceano con viste spettacolari della baia Inutil fino a raggiungere. Ci sarà la possibilità di dormire in uno spartano rifugio di una estancias o accampare con la propria tenda.
Pedalata: 70 km di sterrato
Dislivello: + 700 approx
Pernottamento: rifugio o tenda

3° giorno – Russfin
Continueremo bordando la Bahia Inutil e al 45° km avremo la possibilità di visitare (opzionale) un sito dove vive una colonia di pinguini Rey. Un sito interessante perche’ molto naturale e in pieno rispetto del luogo e dell’animale. Procederemo alla volta di Cameron e poi devieremo verso l’interno dell’isola. Boschi di Lengas,montagne innevate ci scorteranno a fine tappa, alla falegnameria di Russfin un luogo singolare perché oltre ad essere un azienda funzionante offre servizio di alloggio e comode camere.
Pedalata: 120 km di sterrato
Dislivello: + 750 m approx
Pernottamento: alloggio della falegnameria

4° giorno – Rio Grande / Argentina
Percorso ondulato che ci permetterà di apprezzare lo spazio e l’isolamento di questa immensa isola. Nel 60° km entreremo in terra Argentina attraversando il fiume Bellavista.La frontiera è costituita da una casa al lato del fiume e funziona solamente nella stagione secca quando il fiume limitrofe ha poca acqua e può essere guadato. Raggiungeremo la città di Rio Grande con un breve trasferimento in mezzo
Pedalata: 130 km di sterrato
Dislivello: + 980 m approx
Pernottamento: Hotel
Cena Libera

5° giorno – Tolhuin:
Un percorso ondulato asfaltato e scorrevole ci porterà verso la cittadina di Tolhuin e l’immenso lago Fagnano. L’amico Roberto ci accoglierà nel suo artistico camping sulla sponda del lago. Per chi non vuole dormire in tenda ci sarà la possibilità di dormire con un extra in cabana.
Pedalata: 114 km di asfalto
Dislivello: + 600 approx
Pernottamento: camping attrezzato. Con l’extra,la possibilità di dormire in una struttura

6° giorno – Ushuaia
La vista del lago Fagnano ci accompagnerà per un buon tratto,poi sarà la volta del Passo Garibaldi famoso non tanto per la sua difficoltà,ma per i cambi repentini del tempo che possono trasformare in pura avventura la giornata…. una bella discesa,le montagne ferrose,ultime espressioni della cordigliera andina creeranno l’ambiente giusto per coronare la fatica e l’impegno che ha richiesto questo viaggio.
Pedalata: 104 km di asfalto
Dislivello: + 900 approx
Pernottamento: Hotel
Cena di saluto

7° giorno – Ushuaia
Giorno libero. Si potrà scegliere tra varie escursioni :la navigazione del canale di Beagle e la visita a isole con gli animali marini, Baia Lapataia dentro il P. N. Tierra del Fuego ,trekking al ghiacciaio etc.

8° giorno – Colazione e saluti

Punta Arenas (Cile), Estrecho de Magallanes. Tierra del Fuego: Porvenir, Bahia Inutil, Piguinera , Cameron, Russfin, Río Grande, Tolhuin, Lago Fagnano. Lago Escondido, Paso Garibaldi, Ushuaia (P.N. Tierra del Fuego)

540 km totali (320 km di sterrato e 220 km di asfalto)
Dislivello totale: + 3460. Il percorso è ondulato, con un dislivello approssimato di 700 ogni 100 km. L’altezza massima è di 500 mslm (passo Garibaldi)

Accompagnatori:Mariano Lorefice e un collaboratore.

Mezzo di assistenza: furgone con portabici sul tetto. Trasporterà i bagagli ed eventualmente le persone che ne avranno bisogno.

Media/alta,potrebbe aumentare se le condizioni climatiche saranno interessate dal vento o dalla pioggia. Si pedaleranno 540 km in 5 tappe. Il 75% su sterrato con fondo buono

potranno oscillare tra i 5° e 25°C. In presenza di vento la sensazione termica si riduce. Il clima è generalmente secco,ma nelle vicinanze del Lago Fagnano ci sono possibilità di pioggia.

consigliamo una MTB con gomme scorrevoli (semislik ). In questo viaggio per l’imballaggio bici potranno essere usati esclusivamente cartoni o borse morbide completamente piegabili .Lo scatolone verrà eliminato e si potrà recuperarne uno nuovo presso un negozio di bici a Ushuaia.
Nel caso una persona utilizzi un ingombro rigido dovrà spedirlo tramite corriere dal luogo di inizio viaggio a destinazione finale.

ricca colazione – pausa a metà mattina( frutta,barretta energetica….acqua)-
Pranzo leggero (a base carboidrati ,frutta,bibite...) – pausa pomeriggio ( frutta,barretta energetica….acqua).
Cena abbondante.

minimum 5 people, maximum 14 people. Registration should be confirmed three month in advance otherwise an additional charge to the price may apply.

Per questioni di praticità sarà opportuno avere lo stretto necessario in un unico bagaglio (borsone morbido, massimo 90x60 cm)e di misure ragionevoli. E’ inutile portare troppe cose; durante il viaggio ci sarà la possibilità di lavare gli indumenti.

Passaporto con scadenza non inferiore a 6 mesi dalla data di arrivo in Argentina. Nessun visto.

pesos argentino e pesos cileno

nessuna vaccinazione obbligatoria. Per quelle consigliate consultare il sito www.viaggiaresicuri.it. Noi consigliamo, in ogni caso, di essere coperti da antitetanica.

  • Pernottamenti in hotel,ostello,pensioni.
  • cene, pranzi che potranno essere costituiti da sandwich, frutta e bibite o piatti semplici in osterie locali.
  • 2 rifornimenti durante la giornata a base di alimenti energetici /frutta e acqua.
  • La presenza di Mariano Lorefice, supportato da guide con esperienza.
  • Veicolo/i d'appoggio.
  • Assistenza meccanica.
  • Barca per lo stretto di Magellano.

  • Ticket per l'ingresso ai parchi e musei (se non diversamente specificato).
  • cibo nei giorni liberi /cene libere ed escursioni facoltative.
  • Bevande alcoliche e bibite extra pasto.
  • Eventuale spedizione di scatole o borse portabici dal luogo di partenza al luogo di fine viaggio, tramite corriere.
  • Navigazione al ghiacciaio (facoltativa)

  • ogni tre/quattro giorni ci sarà la possibilità di lavare gli indumenti
  • Pantaloncini da bici corti e lunghi.
  • Manicotti e gambali.
  • Maglietta sintetica, manica lunga e corta.
  • Giubbino antivento con e senza maniche.
  • Pile o maglione.
  • Calze sintetiche e di lana.
  • Berretta, guanti e paracollo.
  • Giacca / pantaloni impermeabili per la pioggia.
  • Copri scarpe.
  • Scarpe sportive di ricambio.
  • Abbigliamento sportivo per tempo libero.
  • Cappellino / bandana.