Pakistan: Karakorum highway

Hard

Nel 1966 la Cina ed il Pakistan diedero inizio alla costruzione di una strada, che avrebbe attraversato alcune fra le montagne più alte del mondo, fra la catena del Pamir e il Karakorum. Era uno dei progetti ingegneristici più grandi della storia. Alcuni tratti di questa strada riprendevano la millenaria “Via dellaSeta”, percorsa un tempo solo coi muli o a cavallo.
Per trovare un percorso praticabile, che avrebbe resistito all’incertezza dei cambiamenti climatici e della montagna, fu necessario far saltare con la dinamite gran parte dell’itinerario e costruire un centinaio di ponti. La realizzazione del progetto fu possibile grazie al lavoro congiunto dei due paesi e di 25.000 operai. Si narra che per ogni chilometro e mezzo di strada morì un lavoratore…
La strada fu aperta ufficialmente al turismo con l’inaugurazione del Khunjerab Pass, il 1 Maggio 1986. Attualmente è in gran parte asfaltata. Dei 1200km che uniscono Havelian (a nord di Islamabad) con Kashgar (Cina), al momento solo un 20 % deve essere terminato, anche se l’asfalto in ogni caso richiede un enorme lavoro di manutenzione. Le nevi nei periodi freddi, la caduta massi, l’erosione delle acque piovane molto abbondanti, lo compromettono continuamente.

L’attuale “Karakorum Highway” percorre gran parte della Via della Seta, Una grande avventura. E’ stato veramente affascinante percorrerla e scoprire la varietà delle culture e delle etnie lungo di essa distribuite. Popoli che hanno più di 2300 anni, una suggestione profonda. La gran quantità di valli, che si allungano a volte con dislivelli fino a 4000 metri, offrono la possibilità di apprezzare paesaggi unici, sempre diversi fra loro. A percorrere la Karakorum Highway si ha l’impressione di attraversare una decina di paesi…

3 Jun 2011
Photos of the last travel in Pakistan: Karakorum highway

Valle di Chitral (1600 mt/m), Kalash, Shandor Pass (3750), Phandar Lake (2200), Gilgit (1500), Hunza Valley, Karimabad (2400), Gulmit, Sost (2750), Khunjerab Valley, Kukril (3900), Khunjerab Pass (4700), Fairy Meadow (3300), Campo Base del Nanga Parbat.

950km di bicicletta. Si farrano diversi spostamenti in furgone e jeep: per arrivare allala valle di Chitral, andare a Fary Meadows e tornare a Islamabad.

Il viaggio si svolge tra i 1200 mt slm e 3500 mt slm, trovando una quota massima di 4700 mt slm, al arrivare al Khunjerb Pass. La acclimatazione si farà di modo graduale. Si faranno 10 tappe con una media di 90 km e un 90 % di strade asfaltate. Il dislivello promedio per giornata sarà di 800 mt. La tappa con più dislivello in salita sarà di 1250 mt. Ci sarà il trekking a Fairy Meadow (3300 mt) (primo campo Base del Nanga Parbat), da Jhel (2300), molto agevole di circa due ore. A la fine un secondo trekking - opzionale - che arrivara a una quota superiore a 4200 mt.

Nota: poichè si tratta di un viaggio in alta quota, richiediamo obbligatoriamente un certificato medico di idoneità fisica. Durante il viaggio saranno sempre presenti bombole di ossigeno grandi e piccole. In caso di malessere grave la prima regola sarà: abbasarsi di quota.

Può oscillare dai 5°C (in quota) ai 32°C. (Consigliamo un sacco a pelo con confort 0 °C).

Ogni due/tre ore si faranno delle soste per rifornirsi di bevande e cibo e una lunga pausa per il pranzo. Le cene, a volte nei ristoranti o preparate dall'equipe. Il veicolo di appoggio è sempre disponibile e al seguito per qualsiasi necessità.

8 persone. Per questo viaggio è fondamentale contattarci con largo anticipo, minimo 6 mesi, poiché l'organizzazione è complessa e anche perché trovare i voli è sempre un impresa.

  • La presenza di Mariano lorefice, supportato da guide con esperienza.
  • Veicolo/i d'appoggio.
  • Assistenza meccanica.
  • Alloggiamenti in albergo, ostello, campeggio, srtutture tipiche.
  • Tende per 2/3 persone (chi desidera dormire da solo deve munirsi di tenda propria)
  • Cibo e rifornimenti durante il percorso.
  • Equipe locale composta da: guida, autisti, cuoco e aiutanti.

  • Ticket per l'ingresso ai parchi e musei (se non diversamente specificato).
  • cibo nei giorni liberi ed escursioni facoltative.
  • Bevande alcoliche e bibite extra pasto.
  • Tasse aeroportuali
  • Visto: costo circa 90€ (servono 2 fotografie e passaporto valido per 6 mesicon due pagine libere), tempo di consegna 8 giorni lavorativi.

  • Biciletta mountain bike robusta. Revisionata accuratamente prima del viaggio.
  • Kit manutenzione (2 camere ad aria - pompetta).
  • Casco (obbligatorio).
  • Borraccia e/o camelbag.
  • Zainetto o borsetta da bici (per materiali a pronto uso: giubbino... macchina foto... ecc...).
  • Scarpe per pedalare e una scarpa robusta per i trekking.
  • Lampada frontale con pile di riserva.
  • Sacco a pelo (consigliamo un sacco a pelo con confort inferiore ai -8°C) e materassino.
  • Tenda propria per chi vuole dormire da solo.
  • Occhiali.
  • Filtro solare e labiale.
  • Medicine personali, e piccolo kit medicinali da viaggio.

  • Pantaloncini da bici corti e lunghi.
  • Maglietta sintetica, manica lunga e corta.
  • Giubbino antivento con e senza maniche.
  • Pile o maglione.
  • Calze sintetiche e di lana.
  • Berretta, guanti e paracollo.
  • Giacca / pantaloni impermeabili per la pioggia.
  • Copriscarpe.
  • Scarpe sportive di ricambio.
  • Abbigliamento sportivo per tempo libero.
  • Cappellino / bandana.