Mongolia in bici sulle orme di Gengis Khan

Medium

Paese affascinante, dalle immense valli e colline vellutate di verde e dalle intriganti distese desertiche. Non è difficile, qui, sentirsi un pò dei Gengis Khan e in “sella”alla bicicletta percorrere intricate piste e godere di appaganti silenzi. I Mongoli, sono persone ospitali e curiose, non mancheranno di certo le occasioni per essere invitati nelle loro caratteristiche Ger per un latte caldo. La Mongolia, é un “paese”che non si fa dimenticare facilmente…

Il nostro viaggio attraverserà la Mongolia da nord a sud. Raggiungeremo il lago Hovsgol fino ai confini con la Siberia e poi giù fino al deserto del Gobi. Entreremo cosí in contatto con la cultura Tibetana e con quella dei nomadi.

1 Aug 2015
Photos of the last travel in Mongolia in bici sulle orme di Gengis Khan

1° giorno – Ulaan Baatar:
incontro in aeroporto,sistemazione negli alloggi e montaggio bici.
Breve giro per la città e cena di incontro.
Pernottamento: in hotel.

2° giorno -Amarbayasgalant:
Trasferimento a Orhon in veicolo e poi 60 km in bici per facili piste fino ad
un campo ger situato vicino al famoso monastero di Amarbayasgalant (il più
importante monastero della Mongolia).
Pedalata: 60 km, sterrato
Pernottamento: in ger (turistica). I campi ger turistici sono dotati di Ger per dormire,in linea di massima sono dotate di due letti e una stufa che il personale del campo provvederà ad accendere su richiesta, di una struttura per mangiare e una struttura con le docce.

3° giorno – riserva naturale di Urantogoo (Unit):
Pedaleremo 35 km per prati e percorsi ondulati e poi caricheremo le bici sul mezzo per evitare un tratto noioso prima e dopo la città di Erdenet .Concluderemo la giornata con altri 75 di pedalata per raggiungere la riserva di Urantogoo e sosteremo nelle vicinanze di un vulcano.
Pedalata: 110 km (55 di sterrato)
Pernottamento: in ger (turistica)

4° giorno Hutag Ondoor:
Percorso tranquillo con tratti di sabbia.
Pedalata: 75 km di sterrato.
Pernottamento: Camping vicino al paese

5° giorno Ihull:
Percorso ondulato con lunghe discese in prossimità del tranquillo e ben organizzato paese di Ihull
Pedalata: 100 km di sterrato
Pernottamento: Guest house

6° giorno – Lago Hovsgol:
Pedaleremo per piste bellissime fino alla città di Moron dove lasceremo le bici in un magazzino privato e in mezzo raggiungeremo il bellissimo e trasparente lago alpino Hovsgol.
Pedalata: 117 km di sterrato, per arrivare a Moron. Trasferimento in mezzo di110 km per raggiungere il lago Hovsgol
Pernottamento: Ger.

7° giorno – Lago Hovsgol:
giornata libera con la possibilità di andare a cavallo o in barca oppure salire un po’ in alto e godere delle viste spettacolari del lago.
Pernottamento: Ger.

8° giorno – “Valle Incantata”:
Ritorno a Moron in furgone. Ci approprieremo delle bici e pedaleremo per valli tranquille e raggiungeremo il grande Ovoo dopo una salita che ci impegnerà un po’.
Per spazi veramente suggestivi raggiungeremo l’ampia valle dove campeggeremo liberamente. Sicuramente riceveremo visite da persone singolari che vivono nei paraggi……
Pedalata: 75 km di sterrato
Pernottamento: Camping libero

9° giorno – Fiume di Jargalant:
Per piste ondulate e ben tracciate arriveremo al paese di Shine Idre, breve sosta nella via commerciale e poi nuovamente in sella verso il paese di Jargalant. Campeggeremo vicino al fiume in prossimità di un antico ponte in legno
Pedalata: 92 km di sterrato.
Pernottamento: Camping libero

10° giorno – Lago Bianco (Tarhin Nuur)
Bellissimo specchio d’acqua di origine vulcanica,bordato da montagne, vulcani
spenti e campi di Ger
Pedalata: 96 km (sterrato)
Pernottamento: Ger

11° giorno – Lago Bianco:
Giornata libera per riposare e godere dell’atmosfera di questo luogo. Possibilità di cavalcare o di fare un breve trekking al cratere del vulcano Khorgo Uul
Pernottamento: Ger

12° giorno – Valle verde:
Durante la giornata nel bel mezzo di uno spazio pianeggiante ci sorprenderà l’apparizione di una suggestiva gola (Chuluut) e il fiume che vi scorre.
Sosteremo in un luogo ameno….
Pedalata: 110 km di sterrato intervallati di tratti in asfalto.
Pernottamento: camping libero

13° giorno – Kharkhorin (Antica capitale dell’ Impero Mongolo):
Facile pedalata con strappo finale prima della animata cittadina di Tsetserleg Pranzo e giro al mercato,nodo vitale per i suoi abitanti. Caricheremo le biciclette sul mezzo e ci sposteremo a Kharkhorin. Nel tardo pomeriggio visiteremo il sito monastico di ERDENE Zuu .In serata spettacolo di musica e canto tradizionale al campo ger.
Pedalata: 70 km di asfalto con tratti di sterrato. Trasferimento in mezzo.
Pernottamento: Ger

14° giorno – Gobi Saiham Ovoo: (antico insediamento buddista)
Facile pedalata fino ai templi di Ongiin Khiid, luogo tranquillo e mistico dove avremo modo di incontrare giovani monaci. Faremo poi un trasferimento verso il deserto del Gobi (250 km, in furgone) fino al suggestivo insediamento monastico di Gobi Saiham Ovoo.
Pedalata: 25 km
Pernottamento: Campo Ger

15° giorno – Bayan Zag (cimitero dei dinosauri):
inizieremo la giornata con una pedalata di 60 km con brevi tratti sabbiosi e paesaggi straordinari. Faremo poi un altro trasferimento in mezzo fino alla zona di Bayan Zag dove in passato ci sono stati ritrovamenti di ossa e uova di dinosauro. Campeggeremo tra pareti colorate di sabbia rossa.
Pedalata: 60 km (170 km, in furgone)
Pernottamento: camping libero

16° giorno – Campo di ger nel deserto.
40 Km tra piste di sabbia battuta e orizzonti bellissimi,ci porteranno alle dune di sabbia di Moltsog Els. Alcuni cammellieri ci offriranno la possibilità di fare un giro sui loro cammelli. Caricheremo le bici sui mezzi e con uno spostamento di 70 km arriveremo al Canion di Yoliin. Un breve trekking di 4 km ci porterà nel punto più stretto della vallata tra pareti di roccia alte fino a 200 metri.
Pernottamento: Ger.

17° giorno – Deserto del Gobi
Con i mezzi Inizieremo il rientro verso la capitale .Il trasferimento di 600 km per una settantina su piste e il resto asfalto, verrà intermezzato da una sosta al campo di gers de Tsagaan Suvraga (Stupa Blanco)
Pernottamento: campo ger

18° giorno – Ulan Baatar.
Giunti all’ Hotel nella capitale,avremo la giornata libera per imballare le biciclette e conoscere ulteriormente la città.
Cena di saluto.

19° giorno. Volo di rientro.

Ulaan Bataar, Amarbayasgakant, Erdenet, Urantogoo (riserva naturale), lago Hovsgol, Moron, Tarhin Nuur (lago bianco), Tsetserleg, Tsenher: (Terme), Kharkhorin (Antica capitale dell' Impero Mongolo), Gobi Saiham Ovoo, Bayan Zag (cimitero di dinosauri), dune di sabbia di Moltsog Els, Canyon di Yoliin Am.

media.13 giorni di pedalata e 3 di riposo. Una media giornaliera di 80 km con un dislivello medio di 700m. L’8°, la 9° e la 10° tappa saranno più impegnative e con un dislivello di 1350 m. Velocità media 17 Km/h. I tracciati sono agevoli e non richiedono particolare tecnica.

Può oscillare dai 5°C ai 25°C.(consigliamo un sacco a pelo con confort inferiore ai 0 °C)

Ogni due/tre ore si faranno delle soste per rifornirsi di bevande e cibo e una lunga pausa per il pranzo.Le cene, a volte nei ristoranti dei campi Ger o preparate dall’equipe. Il veicolo di appoggio è sempre disponibile e al seguito per qualsiasi necessità

8 persone. Per questo viaggio è fondamentale contattarci con largo anticipo, minimo 6 mesi, poiché l’organizzazione è complessa e anche perché trovare i voli è sempre un impresa.

  • La presenza di Mariano lorefice, supportato da guide con esperienza.
  • Veicolo/i d'appoggio.
  • Assistenza meccanica.
  • Alloggiamenti in albergo, ostello, campeggio, srtutture tipiche (Ger).
  • Tende per 2/3 persone (chi desidera dormire da solo deve munirsi di tenda propria).
  • Cibo e rifornimenti durante il percorso.
  • Equipe locale composta da: guida, autisti, cuoco e aiutanti.
  • Ingresso ai templi con guida.

  • Ticket per l'ingresso ai parchi e musei (se non diversamente specificato).
  • cibo nei giorni liberi ed escursioni facoltative.
  • Bevande alcoliche e bibite extra pasto.
  • Visto per la Mongoloia.
  • Mancia fine viaggio per l'equipe locale.

  • Biciletta mountain bike robusta. Revisionata accuratamente prima del viaggio.
  • Kit manutenzione (2 camere ad aria - pompetta).
  • Casco (obbligatorio).
  • Borraccia e/o camelbag.
  • Zainetto o borsetta da bici (per materiali a pronto uso: giubbino... macchina foto... ecc...).
  • Scarpe per pedalare e una scarpa robusta per i trekking.
  • Lampada frontale con pile di riserva.
  • Sacco a pelo (consigliamo un sacco a pelo con confort inferiore ai 0°C) e materassino.
  • Tenda propria per chi vuole dormire da solo.
  • Occhiali da sole.
  • Filtro solare e labiale.
  • Repellente per zanzare.
  • Medicine personali, e piccolo kit medicinali da viaggio.

  • Pantaloncini da bici corti e lunghi.
  • Manicotti e gambali.
  • Maglietta sintetica, manica lunga e corta.
  • Giubbino antivento con e senza maniche.
  • Pile o maglione.
  • Calze sintetiche e di lana.
  • Berretta, guanti e paracollo.
  • Giacca / pantaloni impermeabili per la pioggia.
  • Copriscarpe.
  • Scarpe sportive di ricambio.
  • Abbigliamento sportivo per tempo libero.
  • Cappellino / bandana.